Silvia & la scienza



Nata e cresciuta a Trento, Silvia ha studiato psicologia a Monaco di Baviera, dove ha conosciuto Guillaume, l'uomo che le ha fatto quello che fa la primavera ai ciliegi*.
Risultato (12 anni e 2 città dopo): una famiglia di cinque, in cui si fa colazione con il porridge, pranzo con la pasta e merenda con le madeleines .

Tre figli nati con calma: Raphael (annata 2011) in tre giorni, Francesco (annata 2013) in quattro ore e Leo (annata 2015) in meno di un'ora. Indipendentemente dal tempo impiegato e dagli ostacoli incontrati (e ce ne sono stati!), panico e umiliazione non sono stati ammessi ai tre parti...e assieme a loro, se n'è stato alla larga anche il dolore insopportabile.

Ma torniamo al percorso professionale della nostra scienziata. Nel 2005, paracadutata a Londra dal caso (con lo zampino del ciliegiatore), Silvia si innamora della città e soprattutto della sua comunità accademica.
Si dice che non ci sia posto al mondo con una densità di scienziati maggiore di Bloomsbury, ed è proprio in questo quartiere storico che Silvia passa quattro intensi anni a misurare l'attività elettrica dei cervelli altrui.
Ma non si può essere a Londra senza passare per la City, e così la nostra, fresca di PhD, si ritrova a mettere le sue conoscenze al servizio di chi? Delle grandi multinazionali, ovviamente! Chi altro può pagare un neuroscienziato per sapere in anticipo come i suoi clienti reagiranno alla prossima pubblicità?
Dopo due anni, la passione per i pannelli pubblicitari (?) cede definitivamente alla passione per i bambini...non solo per il proprio (a questo punto Raphael ha un annetto), ma per tutti i piccoli d'uomo. Silvia lascia il lavoro dipendente e crea Babybrains, per costruire ponti fra i laboratori di ricerca psicologica/neuroscientifica e le famiglie.
Lo scopo è quello di portare le nuove conoscenze sul cervello e il suo sviluppo a chi ne ha più bisogno, ovvero ai genitori deprivati di sonno e confusi dalle continue richieste e sfide poste dai loro bambini.
Il progetto attecchisce a Londra e a Parigi, con genitori ben felici di smettere di seguire passivamente le direttive di autorità varie (la ginecologa, il pediatra, la maestra...) per riappropriarsi del loro ruolo di "risolutori di problemi" ben informati.

A casa, le sue tre ciliegine si fanno carico di ricordare a Silvia che i problemi non mancheranno mai, e che scienziati e bambini hanno una gran bella cosa in comune: la voglia di sfruttarli tutti per imparare e di divertirsi facendolo.


*Pablo Neruda, Giochi ogni giorno


Silvia offre consulenze e corsi di preparazione alla genitorialità, anche via Skype. 
I primi 30 minuti sono gratuiti.
Per fissare un appuntamento via Skype scrivi a ilpartopositivo@gmail.com

No comments:

Post a Comment

There was an error in this gadget